Le 10 regole per costruire la camera da letto ideale!

Ovvero come creare l’ambiente ideale per garantirti un riposo efficace, vincere l’insonnia e svegliarti ogni giorno con una grande energia!

Tempo previsto per la lettura: 6 minuti

Quali sono le caratteristiche per creare l’ambiente ideale per dormire bene in modo da vincere l’insonnia, svegliarti ogni giorno riposato e pieno di energia? Stai con me e lo scopriremo insieme in questo articolo!    

Camera da letto con letto matrimoniale e finestra con vista sul mare

Negli scorsi articoli ti ho parlato di quanto sia importante il riposo e delle tre caratteristiche che deve avere per essere efficace. 

Poi ti ho parlato del sonno come forma di riposo e ti ho spiegato che cosa accade mentre dormiamo. 

Ora è venuto il momento di svelarti quelle che sono le 10  fondamentali caratteristiche a cui devi fare attenzione per allestire al meglio la tua camera da letto. (Se non hai tempo di leggere ascolta il podcast su questo link!)

Infatti un altro grande capitolo per quanto riguarda il sonno è costituito dall’ambiente in cui dormiamo. Ogni elemento dell’arredamento che ci circonda ci da delle informazioni, tanti piccoli segnali, che spesso non destano nemmeno la nostra attenzione ma che, se sei allenato, puoi cominciare a percepire. 

Possiamo parlare in questo caso di Small Data che il nostro cervello rileva costantemente e che elabora inconsciamente decidendo se l’ambiente in cui siamo inseriti è confortevole, sicuro e ideale per la nostra vita oppure se è inospitale, “freddo” e potenzialmente pericoloso.

donna che si stiracchia al risveglio ancora stesa a letto

ambiente percepito come confortevole

letto di ospedale co ncomodino e asta per flebo

ambiente percepito come ostile

Infatti un altro grande capitolo per quanto riguarda il sonno è costituito dall’ambiente in cui dormiamo. Ogni elemento dell’arredamento che ci circonda ci da delle informazioni, tanti piccoli segnali, che spesso non destano nemmeno la nostra attenzione ma che, se sei allenato, puoi cominciare a percepire. 

Possiamo parlare in questo caso di Small Data che il nostro cervello rileva costantemente e che elabora inconsciamente decidendo se l’ambiente in cui siamo inseriti è confortevole, sicuro e ideale per la nostra vita oppure se è inospitale, “freddo” e potenzialmente pericoloso.

Gli Small Data che ci fanno percepire un ambiente come ideale per noi o per una nostra particolare attività sono differenti da persona a persona, e dipendono dalla nostra cultura e dalle esperienze soggettive di ciascuno, che si sono iscritte nella banca dati della nostra memoria personale a lungo termine. 

Tuttavia ci sono delle caratteristiche comuni che rendono l’ambiente più confortevole per il sonno e per un riposo ristoratore.

Queste caratteristiche sono state studiante anche dal Feng Shui, l’antica arte orientale che studia come le energie vitali dell’ambiente interagiscono con l’uomo e come sia possibile creare degli ambienti ideali per arricchire e favorire lo scorrere delle energie nella persona ritrovando e mantenendo benessere, salute, equilibrio e armonia.

Consapevoli del fatto che non possiamo sempre scegliere come costruire la nostra camera da letto, vediamo quali sono i tratti fondamentali che dovrebbero caratterizzarla per favorire il nostro riposo

La camera da letto dovrebbe ricordare il grembo materno, un ambiente familiare, “caldo” ed accogliente, protetto e naturale. per questo ecco una lista di requisiti utili per renderla un luogo ideale per il tuo riposo.

1. Tutti i materiali di cui è fatta dovrebbe essere materiali naturali e traspiranti, biocompatibili e non tossici, con il minimo quantitativo di metallo e di collanti chimici. Quindi dagli intonaci delle pareti in calce o argilla al pavimento in legno naturale con posa ad incastro. Tutti i tessuti dell’arredamento dovranno essere naturali (es.: lino, lana, canapa o cotone). La parete dove poggia la testiera del letto dovrà essere più libera possibile da passaggi di cavi elettrici e tubi metallici anche dentro la parete.

2. La posizione del letto non deve essere casuale, la testiera del letto non deve trovarsi appoggiata ad una parete su cui ci sono delle finestre. In oltre la linea immaginaria che congiunge la porta e le finestre ( che rappresenta il passaggio di un flusso potente di energia), non deve attraversare il letto “tagliandoti in due”.

3. Sopra il letto non dovrebbero esserci oggetti “incombenti”, non scaffali o mensole sopra la testiera ne lampadari o specchi sopra il letto, questi comunicano all’inconscio uno stato di potenziale “pericolo di caduta”.

4. La luce nella stanza dovrebbe essere calda e diffusa, meglio se generata da una lampada costituita in prevalenza da materiali naturali come legno, vetro, sale o bamboo.

5. La scelta dei colori dell’arredamento deve cadere su tinte pastello, tenui,  che ricordino i colori degli ambienti naturali.

6. Controlla la temperatura! La temperatura ideale per dormire bene si aggira tra i 15 ed i 17 gradi  d’inverno, quindi evita di utilizzare il riscaldamento in modo eccessivo nelle camere da letto. Mentre durante l’estate evita l’uso smodato del condizionatore. Piuttosto mantieni la stanza sui 22-24 gradi e utilizza la funzione dry per ridurre l’umidità dell’aria, così percepirai meno il calore ed eviterai sbalzi termici dannosi . 

7. Elimina il più possibile i rumori artificiali dalla stanza, evita di dormire tutta la notte con la musica o la tv accesa e cerca di avere degli infissi con un buon isolamento acustico.

8. La camera deve essere sempre mantenuta pulita ed in ordine, il caos dell’ambiente esteriore porta caos anche dentro alla persona.

9. La camera da letto non è un ambiente di lavoro, non trasformiamola in un ufficio. Se puoi, lascia il Cellulare fuori dalla camera da letto quando vai a dormire. E se lo utilizzi come sveglia, compera una sveglia diversa, ce ne sono alcune molto interessanti che vedremo insieme parlando del sonno polifasico.

10. Un’altra importante fonte di disturbo ed inquinamento dell’ambiente, a cui ho già accennato e che riprendo qui velocemente è costituita dai campi elettromagnetici. Questi campi di energia, non percepibili dai nostri sensi, sono tuttavia in grado di interagire con il nostro organismo perturbandolo. Per questo è importante ridurre il più possibile la presenza di campi elettromagnetici nel luogo in cui dormiamo. Questi campi sono spesso originati dalla presenza di metalli, dai circuiti e cavi elettrici e conseguentemente dalla tecnologia (lampade, televisioni, computer e telefonini). Per questo è importante eliminare il più possibile la tecnologia dalla nostra camera da letto e alla sera, quando vai a dormire, disattiva la linea wii-fii di casa. Se lo desideri ci sono anche degli strumenti utili per liberare l’ambiente domestico dai campi elettromagnetici dannosi. Li vedremo insieme in un’apposita puntata in cui ti spiegherò come proteggerti dall’inquinamento ambientale.

Ovviamente oltre a questi 10    punti c’è un altro e fondamentale elemento esterno che possiamo modificare per favorire in nostro sonno, si tratta del letto!!! Questo elemento è così importante e fondamentale che ho deciso de dedicarci l’intero prossimo episodio. Ti parlerò delle caratteristiche di un “sistema lettoideale e ti darò alcuni elementi utili per sceglierlo al meglio.

Anche per oggi è tutto, ci rivediamo di nuovo la prossima settimana con i consigli per scegliere il letto ideale! Buona giornata!!!

Dott. Paolo Bruniera

Una risposta a “Le 10 regole per costruire la camera da letto ideale!”

Lascia un commento