E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena?

E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena? In realtà non c’è un’unica risposta, la vera risposta è “Dipende”. Ed effettivamente dipende da come è comparso il tuo mal di schiena, da qual’è stata la prima causa della comparsa del tuo dolore.

Se il tuo mal di schiena è appena insorto e si è originato in seguito ad un trauma, ad una contusione ad una grande botta ricevuta sulla schiena anche in seguito ad una caduta allora devi sempre intervenire con del ghiaccio applicato sulla zona che è stata traumatizzata.

In questo caso ti consiglio di fare delle applicazioni di ghiacci della durata di almeno 15/20 minuti anche per più volte al giorno e per farli puoi utilizzare una normale borsa per il ghiaccio fatta di tessuto e rivestita internamente di gomma che si può mettere direttamente a contatto con la pelle oppure potrai utilizzare l’ice gel pack ( una sorta di sacchetto contenente del gel che posto in congelatore si raffredda pur mantenendo la possibilità di modellarsi sulla struttura anatomica su cui viene applicato e che rilascia poi il freddo con gradualità senza perdere acqua) facendo attenzione in questo caso a non applicarlo direttamente sulla cute ma proteggendo la cute con un panno di tessuto (solitamente viene fornito nella confezione di Ice gel Pack) meglio se di materiale naturale come il cotone ad esempio.

Questo per evitare un eccessivo e repentino raffreddamento della cute che può essere causa di vere e proprie ustioni da freddo. Il vantaggio dell’ Ice gel pack è che non essendo utilizzabile per raffreddare delle bevande tendenzialmente è più difficile che si esaurisca rispetto al ghiaccio normale e soprattutto è riutilizzabile, quindi conviene averne sempre una coppia nel freezer!

Nel caso in cui invece il mal di schiena, sia che abbia colpito la zona lombare che cervicale o dorsale, sia comparso con gradualità, un po’ alla volta, portandoti a “bloccarti” sempre di più, è consigliato l’utilizzo del calore per attenuare il dolore che stai sentendo.

Per quanto riguarda l’applicazione di calore puoi utilizzare dei sistemi naturali come ad esempio dei sacchetti di cotone contenenti dei noccioli di ciliegia oppure del sale che possono essere riscaldati nel forno per poi essere posizionati sulla parte dolente. Un’altra soluzione è data dall’utilizzo della tradizionale borsa dell’acqua calda anch’essa riposta in un sacchetto di tessuto naturale, come ad esempio la lana. 

Sempre per fornire del calore si possono applicare dei cerotti riscaldanti che rilasciano lentamente della sostanze naturali derivanti dal peperoncino o da alcune resine che contengono naturalmente la capsicina, una stanza che crea uno stato di vasodilatazione portando sangue nell’area interessata.

Un’altra possibilità  è data da alcune pomate o olii riscaldanti sempre a base di capsicina.

Per aiutarti a comprendere meglio il perché di questa scelta cercherò di spiegarti semplicemente che cosa accade al nostro corpo costituito da tessuti vivi quando entra in contatto con il freddo.

Innanzitutto devi saper che sia con il caldo che con il freddo i recettori del dolore vengono un po’ “anestetizzati”, questo significa che con applicazioni sia di caldo che di freddo il nostro corpo percepirà un po’ di meno il dolore.

Perché allora differenziare l’utilizzo di caldo e freddo?

Il freddo applicato ai nostri tessuti vivi produce un effetto che in termini medici si chiama “vasocostrizione”ossia una contrazione dei piccoli muscoli che rivestono i nostri vasi sanguigni provocando così una riduzione del volume di sangue che passa in quei capillari dove è stato applicato il ghiaccio.

Proprio per questo quando c’è una causa traumatica, un colpo, una caduta o una contusione alla base del nostro mal di schiena è sempre consigliata l’applicazione del ghiaccio come sistema per controllare il dolore proprio perché in quell’area potenzialmente si sta formando un ematoma e se applichiamo il ghiaccio, la vasocostrizione che induciamo, è l’elemento fondamentale che ci aiuta a ridurre la formazione di un eventuale ematoma.

Daltro canto tutti ii nostri tessuti connettivi, che sono una tipologia di tessuto che caratterizza i nostri muscoli, i tendini e le articolazioni, una volta esposto ad una fonte di calore, quando aumenta la sua temperatura come quando gli arriva più sangue ecco che quel tessuto diventa più elastico, più duttile e morbido ma soprattutto, se è un tessuto muscolare, comincia a rilassarsi diminuendo il proprio tono di base.

Quindi hai appena appreso una regola molto importante che ti può aiutare a comprendere sempre di più, anche in altre situazioni e contesti, quando applicare il ghiaccio o il calore in una situazione di dolore.

hai compreso che nel caso in cui l’origine di quel problema sia un trauma o una contusione e quindi ci sia il pericolo che si stia formando un ematoma è molto meglio intervenire immediatamente e fino alle prime 24/48 ore dal trauma, con delle applicazioni ripetute di ghiaccio

Se invece non c’è questo tipo di situazione, di necessità o di emergenza, possiamo intervenire con l’applicazione di una fonte di calore anche continuativa nel tempo cercando sempre ovviamente di rispettare i nostri tessuti senza ustionarli stimolandoli eccessivamente ne’ con il caldo ne’ con il freddo.  Quindi fai sempre massima attenzione soprattutto se c’è anche un’alterazione della sensibilità cosa che accade molto spesso in persone che soffrono di patologie come il diabete.

Quindi nel caso del classico colpo della strega che insorge con gradualità in seguito ad un movimento banale senza alcun trauma  sai da ora che poi intervenire in maniera estremamente efficace e precisa con l’applicazione di calore e questo ti consentirà non solo di ridurre il dolore che stai provando ma anche di aumentare l’elasticità dei tuoi tessuti e quindi la tua capacità di muoverti in assenza di dolore ed i tuoi tessuti muscolari saranno più rilassati e più capaci di supportare la tua colonna vertebrale.

Abbiamo appena visto insieme quando è bene utilizzare il caldo o il freddo nel caso in cui tu rimanga bloccato con la schiena ti lasci qui sotto dei link per procurarti tutti gli strumenti necessari per applicare il caldo o il freddo nel momento in cui tu ne abbia bisogno!..

Lascia un commento