Meglio un bendaggio o un tutore dopo una distorsione di caviglia?

…ovvero la fase “P” del protocollo PRICE!

Tempo di lettura stimato: 8 minuti
Se non hai il tempo per leggere l’articolo ti consiglio di scaricarti il podcast da cui è stato tratto della durata di 15 minuti, lo trovi nella sezione podcast di questo sito!

E’ meglio utilizzare un bendaggio o un tutore dopo una distorsione di caviglia? Come spesso accade la risposta è dipende!

Nel post dal titolo “ Cosa fare in caso di distorsione di caviglia?”  ti ho già spiegato le regole del primo intervento in caso di distorsione secondo il protocollo PRICE ed ora vediamo insieme proprio il primo punto del protocollo ovvero la lettera “P” che sta per Protection.

Per “Protezione” si intende fare in modo che l’articolazione che si è danneggiata con la distorsione,  e che in questo momento è debole e fragile, non si danneggi ulteriormente, ma non è solo questo, c’è di più e per spiegartelo ho bisogno di parlarti di cosa succede appena dopo la lesione!

Leggi tutto “Meglio un bendaggio o un tutore dopo una distorsione di caviglia?”

E se il tuo mal di schiena venisse dalla pancia?

Più dell’80% della popolazione mondiale soffre o ha sofferto di mal di schiena tuttavia ancora non c’è una cura definitiva per questo problema semplicemente perché i “MAL DI SCHIENA” non sono tutti uguali!

Il dolore che si può percepire a livello della nostra schiena può essere generato da cause differenti che richiedono ovviamente soluzioni diverse e specifiche, vediamole insieme velocemente riassunte:

Dolore Diretto: causato da uno stato irritativo o infiammatorio  di articolazioni, legamenti  o muscoli

Dolore Riflesso: causato da una problematica viscerale come una gastrite, una colica renale, un tumore ai polmoni o più semplicemente dal ciclo mestruale nella donna o da una gravidanza.

Dolore Posturale: causato da un segnale che arriva da uno dei recettori della postura (occhio, masticazione, orecchio, appoggio dei piedi a terra, visceri e cicatrici) e che non permette al corpo di funzionare correttamente creando zone di sofferenza a livello muscolare o articolare.

Leggi tutto “E se il tuo mal di schiena venisse dalla pancia?”

Alimentazione e Sport: i segreti per vincere!

Quali sono gli alimenti migliori per uno sportivo? Quando e cosa mangiare prima di un allenamento o di una gara? e cosa mangiare dopo la prestazione per recuperare al meglio?

Queste sono domande preziose per uno sportivo professionista che vuole far crescere la propria performance ma anche per che semplicemente vuole mantenersi in forma costruendosi un fisico forte e sano!

Innanzitutto devi sapere perché mangiamo! L’alimentazione, e la nutrizione in senso più ampio, garantisce al nostro corpo la possibilità di introdurre non solo energia e le sostanze necessarie a costruire e rinnovare quotidianamente il corpo ma anche, attraverso l’effetto termogenico, a mantenere costante la temperatura del nostro organismo.

Leggi tutto “Alimentazione e Sport: i segreti per vincere!”

E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena?

E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena? In realtà non c’è un’unica risposta, la vera risposta è “Dipende”. Ed effettivamente dipende da come è comparso il tuo mal di schiena, da qual’è stata la prima causa della comparsa del tuo dolore.

Se il tuo mal di schiena è appena insorto e si è originato in seguito ad un trauma, ad una contusione ad una grande botta ricevuta sulla schiena anche in seguito ad una caduta allora devi sempre intervenire con del ghiaccio applicato sulla zona che è stata traumatizzata.

In questo caso ti consiglio di fare delle applicazioni di ghiacci della durata di almeno 15/20 minuti anche per più volte al giorno e per farli puoi utilizzare una normale borsa per il ghiaccio fatta di tessuto e rivestita internamente di gomma che si può mettere direttamente a contatto con la pelle oppure potrai utilizzare l’ice gel pack ( una sorta di sacchetto contenente del gel che posto in congelatore si raffredda pur mantenendo la possibilità di modellarsi sulla struttura anatomica su cui viene applicato e che rilascia poi il freddo con gradualità senza perdere acqua) facendo attenzione in questo caso a non applicarlo direttamente sulla cute ma proteggendo la cute con un panno di tessuto (solitamente viene fornito nella confezione di Ice gel Pack) meglio se di materiale naturale come il cotone ad esempio.

Leggi tutto “E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena?”