Alimentazione e Sport: i segreti per vincere!

Quali sono gli alimenti migliori per uno sportivo? Quando e cosa mangiare prima di un allenamento o di una gara? e cosa mangiare dopo la prestazione per recuperare al meglio?

Queste sono domande preziose per uno sportivo professionista che vuole far crescere la propria performance ma anche per che semplicemente vuole mantenersi in forma costruendosi un fisico forte e sano!

Innanzitutto devi sapere perché mangiamo! L’alimentazione, e la nutrizione in senso più ampio, garantisce al nostro corpo la possibilità di introdurre non solo energia e le sostanze necessarie a costruire e rinnovare quotidianamente il corpo ma anche, attraverso l’effetto termogenico, a mantenere costante la temperatura del nostro organismo.

Leggi tutto “Alimentazione e Sport: i segreti per vincere!”

Cosa fare quando arriva la Febbre?

Ecco come promesso tutti i riferimenti ai migliori termometri da utilizzare per te e per i neonati in caso di necessità, i prodotti qui riportati sono quelli che a mio avviso hanno il miglio rapporto tra qualità e prezzo tra tutti quelli che conosco:

SVMUU Termometro digitale per Bambini Orecchie e Fronte, multifunzione 4 in 1 (è in grado di rilevare anche la temperatura degli oggetti e dell’ambiente, allarme tricolore per i neonati,  Certificazione CE/RoHS/FDA. Sensore accurato fino alla variazione di ±0.2°C /±0.4°F. Il grande display LCD ti permette di leggere al buio. Attivando la silent mode non sveglierai mai il bambino durante le misurazioni. Si spegne da solo dopo 10s di inattività. Per spegnimento manuale tener premuto il pulsante per 6s. Anche il cambiamento da C° a F° è disponibile.

in alternativa qualcosa di più semplice ed economico ma sempre efficace e più semplice da portare in viaggio:

Termometro digitale di ADORIC impermeabile per bambini e adulti, ottimo per la misurazione orale ascellare e rettale, si lava con acqua e sapone. Piccolo e affidabile, in 10 secondi ruileva la temperatura con una precisione di ± 0,1 ° C. Dotato di una batteria che dura mediamente 2 anni, facile e comodo da portare in viaggio.

E se proprio hai difficoltà con tuo figlio neonato ecco la soluzione ideale:

Termometro Baby Ciuccio Termometro Digitale con Allarme Febbre per Neonati,Pink

Lo stress è fondamentale per la nostra salute, se sai come affrontarlo!!!

Sempre più spesso lo stress viene additato come uno dei mali più grandi di questo secolo, come la causa delle peggiori disgrazie e patologie per l’essere umano. Questo accade perché manca un po’ di chiarezza su cos’è lo stress e gli effetti che produce sull’essere umano!

Lo stress non è altro che uno stimolo, un’informazione che arriva all’essere umano dall’esterno e che richiede una riposta di adattamento di tutto il suo sistema vitale per rimanere in salute, per mantenere il proprio equilibrio vitale (che in gergo medico viene definito “omeostasi”)

Un esempio di stress è un’improvviso e repentino cambiamento di temperatura esterna dell’ambiente che richiede un adattamento di tutto il sistema fisico per mantenere la temperatura interne tra i 36 ed i 37 gradi (omeostasi). 

Leggi tutto “Lo stress è fondamentale per la nostra salute, se sai come affrontarlo!!!”

Cosa fare quando arriva la febbre?

La cosa migliore da fare, come sempre, è comprendere il perché è arrivata e che messaggio ci porta!

Cos’è effettivamente la febbre e a che cosa serve?

La febbre è un’alterazione della normale temperatura interna del nostro organismo che passa da un valore normale (36,4-37,2) ad un valore superiore fino ad arrivare ai 40 o 41 gradi nei casi di febbre elevatissima.

La febbre è una normale risposta biologica del nostro organismo quando si sta difendendo dall’attacco di virus o batteri, è una sorta di prima linea di difesa del nostro sistema immunitario che cerca di creare un ambiente sfavorevole alla vita degli agenti patogeni che ci stanno attaccando. 

Leggi tutto “Cosa fare quando arriva la febbre?”

E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena?

E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena? In realtà non c’è un’unica risposta, la vera risposta è “Dipende”. Ed effettivamente dipende da come è comparso il tuo mal di schiena, da qual’è stata la prima causa della comparsa del tuo dolore.

Se il tuo mal di schiena è appena insorto e si è originato in seguito ad un trauma, ad una contusione ad una grande botta ricevuta sulla schiena anche in seguito ad una caduta allora devi sempre intervenire con del ghiaccio applicato sulla zona che è stata traumatizzata.

In questo caso ti consiglio di fare delle applicazioni di ghiacci della durata di almeno 15/20 minuti anche per più volte al giorno e per farli puoi utilizzare una normale borsa per il ghiaccio fatta di tessuto e rivestita internamente di gomma che si può mettere direttamente a contatto con la pelle oppure potrai utilizzare l’ice gel pack ( una sorta di sacchetto contenente del gel che posto in congelatore si raffredda pur mantenendo la possibilità di modellarsi sulla struttura anatomica su cui viene applicato e che rilascia poi il freddo con gradualità senza perdere acqua) facendo attenzione in questo caso a non applicarlo direttamente sulla cute ma proteggendo la cute con un panno di tessuto (solitamente viene fornito nella confezione di Ice gel Pack) meglio se di materiale naturale come il cotone ad esempio.

Questo per evitare un eccessivo e repentino raffreddamento della cute che può essere causa di vere e proprie ustioni da freddo. Il vantaggio dell’ Ice gel pack è che non essendo utilizzabile per raffreddare delle bevande tendenzialmente è più difficile che si esaurisca rispetto al ghiaccio normale e soprattutto è riutilizzabile, quindi conviene averne sempre una coppia nel freezer!

Nel caso in cui invece il mal di schiena, sia che abbia colpito la zona lombare che cervicale o dorsale, sia comparso con gradualità, un po’ alla volta, portandoti a “bloccarti” sempre di più, è consigliato l’utilizzo del calore per attenuare il dolore che stai sentendo.

Leggi tutto “E’ meglio il caldo o il freddo quando rimani bloccato con la schiena?”