Il 12 e 13 giugno sarò a Pordenone presso il Polo Universitario di Pordenone per tenere questo nuovo corso che ha ricevuto 17 crediti ECM e che viene presentato dalla NSO (Nuova Scuola di Osteopatia) in collaborazione con Studiogest e con il Patrocinio dell’AIFI Nazionale (Associazione Italiana Fisioterapisti).

Se sei interessato all’argomento ti consiglio di iscriverti al più presto perchè il numero dei posti è limitato, la qualità dei docenti è elevata ed il costo, solo per questa prima edizione, per i soci AIFI è davvero esiguo!

Clicca sui seguenti link per aprire in formato pdf la locandina, il programma e la scheda di iscrizione al corso del 12 e 13 giugno 2010 presso l’aula S1 del Polo Universitario di Pordenone in via Prasecco 3/A,:

Locandina: locandina-corso-giugno-nso

Programma: programma-per-locandina1

Scheda di Iscrizione: scheda-di-iscrizione

Se hai bisogno di altri chiarimenti o informazioni chiamami pure al 347.8666834.

Ti aspetto a Pordenone!

Paolo Bruniera

 E’ al via una nuova collaborazione, dalla fine di novembre comincerò la mia attività come osteopata anche a Verona, per essere più precisi a Villafranca di Verona all’interno di Prestige Day Clinic!

Spero così di dare una maggior risposta a chi fino ad ora ha trovato difficoltà a raggiungermi fino a Treviso, il posto è accogliente ed il personale è cortese, ci sono sicuramente i presupposti per realizzare un buon lavoro!

Eccomi di ritorno dopo un intenso periodo di lavoro e qualche giorno di meritato riposo! Spero che anche tu abbia passato delle buone vacanze e che ti abbiano permesso di ricaricarti di energia e buon umore! Mi scuso se non sono stato presente sul blog ma sto preparando dei lavori veramente interessanti:

In collaborazione con Dorsal sto preparando una relazione sul sonno e sulla scelta corretta non solo di un buon materasso ma di un intero “sistema letto” (il concetto di “sistema letto” si riferisce all’insieme del cuscino, del materasso e del supporto)

 

in oltre con l’aiuto di alcuni collaboratori sto preparando dei file da scaricare contenenti dei filmati e delle brevi indicazioni sul trattamento delle distorsioni di polso e caviglia con nuovi bendaggi rispetto a quelli che sono già stati presentati.

come vedi la carne al fuoco è molta e gran parte del mio tempo è dedicato a scrivere le risposte alle tante mail che ricevo con piacere, per cui ti chiedo solo di avere un po’ di pazienza e presto ci saranno molte nuove cose di cui parlare!

Spero che il corso introduttivo al bendaggio funzionale che abbiamo affrontato insieme ieri vi sia davvero utile per la vostra crescita professionale, tornare nella scuola dove ho studiato continua ad essere per me una forte emozione ancora più viva quando incontro studenti così attenti e vivi, che non sii accontentano del minimo! Se questo blog vi interessa può diventare uno spazio anche vostro! Iscrivetevi alla mailig-list, commentate i post e soprattutto fatemi conoscere le vostre esigenze!  (per il file del corso clicca sull’immagine!)

“Non ho mai preteso di insegnarvi qualcosa, ma soltanto di invitarvi a pensare, a dubitare, a cercare” (Alessandra David-Néel)

Prendo spunto da questa mail ricevuta da un frequentatore del blog per dare una risposta ad alcune frequenti domande sulla distorsione di caviglia:
“Buongiorno, innanzitutto complimenti per il sito che è molto, molto ricco, semplice e completo, sono un ragazzo di 33 anni che gioca ancora a calcio in seconda categoria, venerdì sera ho preso una distorsione alla caviglia sinistra, ghiaccio spry, e l’indomani mattina camminavo con un po’ di difficoltà ma camminavo, nel pomeriggio si è gonfiata un pochino (nn tantissimo) ma sul collo esterno del piede, non dove c’è il malleolo per intenderci, da qui la decisione di andare in pronto soccorso.
Mi hanno fatto un lastra e successiva visita ortopedica. Da qui la mia domanda: l’ortopedico guarda le lastre e conferma che non c’è niente di rotto, mi tocca con un dito la parte gonfia e dice all’infermiere o al gessista di mettere un gambaletto gessato che rimane aperto sulla tibia ma è fino a sotto il ginocchio. Era necessario secondo lei? Non è meglio fare un bendaggio “tape” e tenere in scarico l’arto?
Ora mi hanno dato 10 gg di gesso poi visita di controllo e probabile rimozione ma dopo 2 gg vorrei toglierlo e fare un “tape” anche per un discorso di mobilità al lavoro ecc ecc. oltre che ad un recupero più veloce!!!
Lei cosa ne pensa?

Continua »

  • Newsletter

  • Siti Amici