Cosa fare quando arriva la febbre?

La cosa migliore da fare, come sempre, è comprendere il perché è arrivata e che messaggio ci porta!

Cos’è effettivamente la febbre e a che cosa serve?

La febbre è un’alterazione della normale temperatura interna del nostro organismo che passa da un valore normale (36,4-37,2) ad un valore superiore fino ad arrivare ai 40 o 41 gradi nei casi di febbre elevatissima.

La febbre è una normale risposta biologica del nostro organismo quando si sta difendendo dall’attacco di virus o batteri, è una sorta di prima linea di difesa del nostro sistema immunitario che cerca di creare un ambiente sfavorevole alla vita degli agenti patogeni che ci stanno attaccando. 

Virus e batteri non reagiscono bene all’aumento della temperatura del nostro corpo così incontrano difficoltà a riprodursi e vanno incontro alla morte. Corrisponde di fatto allo schieramento della prima linea di soldati da parte del nostro sistema immunitario di difesa.

Ecco perchè assumere un farmaco per eliminare la febbre è come gettare un’arma chimica sui soldati del nostro esercito eliminandoli dal campo di battaglia lasciando il nostro corpo scoperto sotto l’attacco dei nemici.

In oltre quello che facciamo abitualmente è cercare di eliminare la febbre per tornare il prima possibile a lavorare o a fare le nostre attività quotidiane . così facendo invece di dedicare energia al riposo, alla guarigione e alla difesa del nostro organismo la distogliamo a favore di attività stressanti che ci debilitano ancora di più. 

Per questo molte volte ci trasciniamo un semplice raffreddore o un mal di gola anche per alcune settimane, solo perchè impediamo al nostro organismo di agire secondo le leggi della biologia costringendolo ad un lavoro estenuante senza un riposo adeguato.

Tuttavia la febbre oltre a essere un sistema di difesa è anche un segnale del fatto che il nostro corpo non è più in equilibrio, c’è qualcosa che non funziona, qualcosa da sistemare al più presto ed è meglio farlo il prima possibile!

Può portare con se dolori articolari diffusi, mal di testa, brividi, senso di spossatezza, bruciore agli occhi, difficoltà di concentrazione ed essere associata anche ad altri sintomi. Diciamocelo, avere la febbre non è affatto piacevole e a volte può rendere difficile anche il riposo. 

Quindi oltre a chiederci e a comprendere perchè è arrivata è necessario monitorarla ed è facile farlo con un semplicissimo termometro, oggi ce ne sono in commercio di elettronici molto semplici da usare, poco invasivi ed estremamente affidabili (ti lascio qui un link ad una lista dei migliori e più efficaci termometri per misurare la febbre anche ai neonati): link) 

Meglio rilevarla ogni sei ore e comunque ogni volta che si avverte che sta salendo e appuntarti il valore da qualche parte su un foglio di carta o anche sul telefonino se preferisci (questa informazione potrebbe essere preziosa anche per il personale sanitario che eventualmente potrai contattare).

Se la febbre dovesse salire molto sopra i 38/39 C° vale la pena cercare di non farla salire oltre utilizzando in prima battuta dei rimedi naturali e, se dovesse persistere per più giorni con picchi molto elevati, è un chiaro segnale della necessità di un controllo medico se non è già stato fatto in precedenza.

Cosa fare quindi per controllare la febbre alta? E cosa possiamo fare comunque per supportare e sostenere il nostro corpo mentre sta combattendo contro virus e batteri per sostenerlo al meglio?

Qualsiasi sia la causa della febbre questi sono i primi 6 + 2 passi da fare:

  1. Riposarsi e cercare di dormire: il sonno ed il riposo in genere consentono di attivare il Sistema Nervoso Parasimpatico (una parte del nostro cervello che gestisce i processi di riparazione, guarigione e recupero delle energie), in oltre il riposo ci evita di spendere energie in attività che non sono direttamente utili alla nostra guarigione.
  1. Idratarsi: l’aumento della temperatura corporea ci fa perdere moltissimi liquidi e con essi molti oligoelementi, sali e vitamine che vanno integrati. Per questo è bene bereoltre all’acqua naturale anche succhi di frutta e verdura (estratti o succhi naturali e non industriali che risultano ricchi di zuccheri aggiunti) freschi che sono facilmente digeribili e non sovraccaricano il sistema digestivo mentre ci garantiscono l’apporto di liquidi, oligoelementi, sali e vitamine.
  1. Spugnature: sono molto utili le spugnature fatte con acqua fresca (o acqua e aceto) sulla fronte, sui polsi, sulla nuca e sulle caviglie. Questo aiuta il corpo a dissipare la temperatura senza perdere troppi liquidi dando una sensazione di freschezza e benessere alla persona che può dormire e riposare al meglio.
  1. vestirsi con indumenti leggeri, realizzati con fibre naturali  come il cotone, che lasciano la possibilità di traspirare e di assorbire il sudore. Vanno cambiati spesso soprattutto nel momento in cui la febbre scende perchè spesso questo momento è associato ad una forte sudorazione.
  1. Garantire un buon ricambio d’aria nella stanza in modo che ci sia sempre abbastanza ossigeno.
  1. Nutrirsi di cibi leggeri, facilmente digeribili e poco conditi.

In oltre molto utili possono essere:

  1. Tisane: sono molto utili per idratare il corpo e per apportare anche principi fitoterapici in grado di sostenere il corpo rinforzando il sistema immunitario di difesa e modulando i processi infiammatori. Ad esempio in caso di febbre sono consigliati: il sambuco (funzione diaforetica ovvero favorendo la sudorazione aiuta il corpo ad abbassare la temperatura), il Tiglio argentato ed il salice bianco che insieme costituiscono quasi un’”aspirina naturale”. In oltre tisane con zenzero, timo, eucalipto e lavanda hanno un effetto lenitivo e decongestionante soprattutto nelle patologie a carico delle vie aeree.
  1. Olii Essenziali. si possono utilizzare anche degli olii essenziali che hanno anche una funzione antibiotica naturale come l’olio essenziale di bergamotto, timo, tea tree ed eucalipto. è bene non far entrare gli olii essenziali direttamente a contatto con le mucose delle vie respiratorie o vicino ad esse soprattutto nei bambini molto piccoli perchè potrebbero provocare delle reazioni di broncospasmo.

Abbiamo appena visto insieme cos’è la febbre e perchè è considerata un evento biologico naturale ed importante per la difesa della salute del nostro organismo. In oltre ora sai perfettamente quali sono gli 8 passi da fare, per te o per i tuoi figli, nel momento in cui insorge.

Non dimenticare mai in ogni caso che la salute è davvero importante e vale sempre la pena confrontarsi con un professionista sanitario anche solo per una conferma di quello che pensi sia il tuo problema! 

Lascia un commento